Lo zinco è in grado di bloccare le cellule tumorali dell’esofago?

0
309
Lo zinco è in grado di bloccare le cellule tumorali dell’esofago?

Lo zinco è uno dei minerali chiave che può inibire in modo significativo la proliferazione delle cellule del cancro dell’esofago.

Ecco ciò che hanno scoperto  i ricercatori dell’Università del Texas.

Il primo studio che comprende il meccanismo dello zinco nel prevenire il cancro

In precedenza altre ricerche hanno anche suggerito che lo zinco previene e combatte il cancro, ma la questo studio è il primo a comprendere completamente il meccanismo grazie al quale questo minerale attacca solo le cellule tumorali, lasciando inalterate quelle sane.

Lo studio

La nuova ricerca, guidata da Zui Pan, Professore all’ UTA’s College of Nursing and Health Innovation e noto ricercatore sul cancro dell’esofago,  ha testato il minerale sulle cellule tumorali dell’esofago, anche se i ricercatori dell’Università del Texas credono che potrebbe funzionare altrettanto bene anche su altri tumori.

Il cancro dell’esofago

Il cancro esofageo attacca il “condotto alimentare” che collega la gola allo stomaco ed è la sesta causa principale di morti tumorali in tutto il mondo secondo il National Cancer Institute. Il tasso medio di sopravvivenza a cinque anni è infatti inferiore al 20%.

Prevenzione del cancro all’esofago?

Questo studio però potrebbe fornire un percorso per una migliore prevenzione e trattamento del cancro esofageo.

Lo studio rivela che lo zinco ostacola i segnali di calcio nelle cellule tumorali e quindi inibisce selettivamente la crescita delle cellule tumorali. Il calcio e lo zinco infatti sono in qualche modo legati e “parlano” l’uno all’altro in modo tale da bloccare il cancro.

Le considerazioni

Senza sufficienti livelli di zinco nel corpo questo blocco non può avvenire in modo efficace. Ciò spiegherebbe, come anche affermano i ricercatori, perché molti pazienti affetti da tumore sono carenti di zinco e sottolinea anche l’importanza di tale minerale nella nostra dieta per evitare che la malattia si sviluppi.

I consigli

Una corretta dieta alimentare che assicuri adeguati apporti di zinco si dimostra essere fondamentale nel mantenimento della salute. Si consiglia dunque mangiare  spinaci, semi di lino, manzo, semi di zucca e  frutti di mare come gamberi e ostriche, in quanto alimenti ricchi di questo minerale.

Cosa fare in caso di carenza di zinco?

Le carenze nutrizionali  non sono facili da gestire e vanno verificate con esami del sangue e tenute sotto controllo medico.

Gli integratori possono essere dei validi alleati per la nostra salute, dovrebbero essere consumati lontano dai pasti, senza contemporaneamente ingerire altri integratori minerali.

Prima di inserirli nella propria dieta è utile chiedere consiglio al proprio medico di fiducia o dal farmacista.

 

Fonti:

FASEB Journal, 2017;

https://www.uta.edu/news/releases/2017/09/zui-pan-zinc-cancer-research.php

http://saluteuropa.org/nutrizione-integrativa-2/lo-zinco/