Alcune sostanze naturali potrebbero aiutare nella prevenzione dei tumori

0
242
Alcune sostanze naturali potrebbero aiutare nella prevenzione dei tumori

Ogni anno, a oltre 10 milioni di persone in tutto il mondo viene diagnosticato un cancro ma solo una piccola percentuale è attribuibile a fattori genetici.

La maggior percentuale  può essere attribuita direttamente allo stile di vita e ai fattori ambientali e quindi, potenzialmente, -potrebbero essere evitabili.

Un articolo sulla rivista Nature afferma che un terzo di tutte le morti per cancro sono totalmente prevenibili “attraverso l’aumento del consumo di composti naturali” che impediscono la duplicazione cellulare e inducono l’apoptosi (suicidio delle cellule cancerogene).

Questi potenti fitochimici comprendono la curcumina, l’acido ursolico, l’epigallocatechina-3-gallato, il resveratrolo, il sulforafano e il 6-shogaolo.

Ma in che modo esattamente potrebbero prevenire il cancro?

L’infiammazione cronica causata da condizioni come obesità, malattie autoimmuni e infezioni croniche provoca danni alle cellule, che a loro volta possono portare allo sviluppo di un cancro.

Secondo l‘Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ben il 15% di tutti i tumori sono attribuibili a infezioni come l’Helicobacter pylori, il papillomavirus umano (HPV), l’epatite B e C e il virus Epstein-Barr. Queste sostanze rafforzano il sistema immunitario per combattere tali malattie aiutando indirettamente a prevenire il cancro.

Diamo uno sguardo più da vicino ad alcuni di questi potenti composti:

La curcumina

La curcumina, l’ingrediente antinfiammatorio della curcuma, è stata usata nella medicina ayurvedica e cinese per migliaia di anni. Uno studio del 2011 del MD Anderson Cancer Center dell’Università del Texas, ha scoperto che la curcumina ha la straordinaria capacità di differenziare tra cellule normali  sane e cellule tumorali, causando l’apoptosi nelle cellule malate, migliorando nel contempo la salute cellulare delle cellule non cancerose.

Un altro studio condotto da ricercatori dell’Ospedale popolare provinciale di Zheijian in Cina ha scoperto che la curcumina può persino scatenare l’apoptosi nelle cellule del cancro al seno triplo negativo, che sono totalmente resistenti a tutti i trattamenti convenzionali.

Per approfondire leggi qui: “Natura e scienza: curcumina e nanoparticelle per combattere i neuroblastomi “.

Il resveratrolo

Il resveratrolo è un composto polifenolico presente in natura nell’uva, nel vino rosso e nel cioccolato, ed è un potente anti-infiammatorio e antiossidante.

Il Memorial Sloan Kettering Cancer Center riferisce che negli studi sugli animali il resveratrolo ha dimostrato proprietà antitumorali e riduce l’infiammazione causata dal cancro.

Uno studio del 2012 della School of Medicine dell’Università del Missouri ha riportato che il resveratrolo aumenta naturalmente la produzione di due proteine ​​note come perforina e granzima B, che insieme combattono le cellule cancerose in tutto il corpo. Le cellule tumorali della prostata contengono già entrambe queste proteine, ma il resveratrolo contribuisce a produrne ancora di più, aumentando notevolmente le possibilità di apoptosi e recupero.

Il sulforafano

Il sulforafano è un composto presente in tutte le verdure crocifere e in particolare nei broccoli. Mentre i broccoli maturi contengono poco sulforafano, i livelli sono più alti nei giovani germogli.

Uno studio rivoluzionario di prevenzione del cancro del 1991, condotto dalla Johns Hopkins University School of Medicine, si è concentrato sul sulforafano come un potente inibitore del cancro. I ricercatori hanno scoperto che questo composto stimola gli enzimi della Fase 2 nel corpo, che “neutralizzano i processi della malattia“.

The Truth About Cancer riporta: “Il team ha alimentato con estratti di germogli di broccolo ratti femmina per cinque giorni. Poi li hanno esposti ad un agente cancerogeno. I ratti che avevano ricevuto l’estratto hanno sviluppato meno tumori rispetto al gruppo di controllo che non ha subito alcun cambio di alimentazione“.

Per approfondire leggi qui: “Verdure crucifere: un aiuto contro il cancro? “

Cambiamenti nello stile di vita

È incoraggiante sapere che alcuni semplici cambiamenti nello stile di vita come perdere peso, fare esercizio quotidiano, optare per frutta e verdura e aumentare il consumo di questi composti  potrebbero ridurre significativamente le nostre possibilità di sviluppare un cancro.

 

Fonti:

https://www.nature.com/articles/s41698-017-0024-z

https://www.mskcc.org/cancer-care/integrative-medicine/herbs/resveratrol

https://news.utexas.edu/2017/06/06/starving-prostate-cancer-with-what-you-eat-for-dinner