Synchro Levels il supplemento oncologico che rafforza i pazienti durante le cure

0
752
L'interazione sociale potrebbe aumentare l'efficacia della chemioterapia

Presentati i risultati positivi sull’integrazione delle cure oncologiche con l’integratore Synchro Levels in occasione di una conferenza presso il Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’Università Sapienza di Roma organizzata dalla Società Internazionale di Patologia Clinica (WASPaLM)  e coordinata dal prof. Roberto Verna, presidente dell’Associazione Scientifica.

Integrare le cure per contrastare gli effetti collaterali 

In una sala piena di medici sono stati presentati i risultati degli studi e delle osservazioni cliniche in merito all’impiego dell’integratore Synchro Levels nei pazienti oncologici

Nello studio pubblicato sono stati presi in esame pazienti con tumore al colon in stadio avanzato. Le loro aspettative di vita erano purtroppo ridotte, non superiori all’anno. Nonostante ciò i risultati hanno sorpreso gli stessi ricercatori: il gruppo di pazienti trattato con il farmaco Regorafenib associato al supplemento oncologico Synchro Levels ha fatto registrare un tasso di sopravvivenza dopo 12 mesi di oltre il 75%. Al contrario nel gruppo di pazienti trattati solo con il farmaco solo il 33% è sopravvissuto oltre i 12 mesi.

Inoltre tutti i pazienti trattati con il supplemento oncologico hanno evidenziato un netto miglioramento della qualità della vita ed una maggior tolleranza alle terapie e agli effetti collaterali.

Lo studio clinico su 128 pazienti  affetti da tumore al fegato in corso Humanitas

Queste incoraggianti osservazioni cliniche hanno inoltre spinto i professori Guido Torzilli e Matteo Donadon ad avviare presso l’Ospedale Humanitas di Milano uno studio clinico su 128 pazienti affetti da epatocarcinoma (tumore al fegato) per verificare l’efficacia del supplemento oncologico Synchro Levels nell’integrare i trattamenti standard. 

Lo studio è ancora in corso e i risultati dovrebbero arrivare entro un anno. Per ulteriori informazioni suggeriamo di leggere quest’articolo pubblicato su Affaritaliani (Medicina integrata e tumori: ok al nuovo studio sull’integratore Synchro Levels)

Medici preparati a seguire i pazienti con un approccio integrato

Obiettivo della conferenza presso l’Università Sapienza è stato anche quello di aggiornare e formare i medici sulle opportunità terapeutiche che possono nascere da una corretta integrazione delle cure oncologiche con alimentazione, esercizio fisico, sostegno psicologico ed anche, laddove i dati clinici lo dimostrano, l’impiego di integratori o supplementi oncologici.

Ricordiamo che i nostri articoli hanno carattere divulgativo, per coloro che intendano approfondire suggeriamo di contattare il proprio medico curante.

Chi volesse entrare in contatto diretto con i medici che hanno seguito gli studi di cui vi abbiamo dato notizia può scrivere a info@oncolife.it

Fonti:
•    http://www.affaritaliani.it/medicina/medicina-integrata-tumore-al-fegato-ok-al-nuovo-studio-sull-integratore-synchro-levels-523192.html
•    https://ojs.uniroma1.it/index.php/Organisms/article/view/14531•    https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23902251