Come il corpo può individuare i segni di cancro precoce?

0
276
Come il corpo può individuare i segni di cancro precoce?

I danni al materiale genetico della cellula innescano un processo infiammatorio, mettendo in atto processi per rimuovere le cellule danneggiate e mantenere i tessuti in buona salute.

Ecco ciò che è emerso dallo studio pubblicato su Nature ed effettuato dai ricercatori della MRC Human Genetics Unit dell’Università di Edimburgo.

I risultati mettono in luce come le cellule potenzialmente cancerose sono contrassegnate in modo che possano essere rimosse come parte dei sistemi naturali di sorveglianza del corpo prima che i tumori si  formino.

Lo studio

È noto che la molecola cGAS quando si lega al DNA, dà origine ad una infiammazione. Fino ad ora non era chiaro come questo avvenisse poiché il DNA è di solito separato fisicamente dal resto della cellula, perché contenuto all’interno del nucleo.

Quando si verifica un danno, i frammenti del DNA possono però separarsi dal nucleo e formare strutture chiamate micronuclei.

La scoperta

I ricercatori hanno scoperto che il cGAS può penetrare questi micronuclei e legarsi al DNA, iniziando meccanismi che portano all’infiammazione.

Il sistema di allarme

Poiché il danno del DNA è spesso uno dei primi passi nello sviluppo del cancro, il rilevamento di micronuclei da parte di cGAS potrebbe quindi essere un importante sistema di allarme per consentire al corpo umano di rilevare e rimuovere le cellule potenzialmente cancerose.

Le considerazioni

Il team afferma che i loro risultati potrebbero anche aiutare a  capire come l’infiammazione si verifichi in alcuni tipi di malattie autoinflammatorie, dove il sistema immunitario attacca i tessuti propri del corpo.

L’autrice principale Dottoressa Karen Mackenzie ha dichiarato: “I nostri risultati forniscono un possibile nuovo meccanismo per capire come il corpo si possa proteggere contro il cancro, e in alcune circostanze, causare malattie infiammatorie“.

Lo scopo della ricerca

Il Dott. Martin Reijns, ricercatore alla MRC Human Genetics Unit, ha dichiarato: “Lo scopo di  questa ricerca è quello di sviluppare migliori e più tempestivi approcci terapeutici“.

 

Fonti:

http://www.ed.ac.uk/news/2017/cell-study-reveals-how-body-detects-early-signs-of

https://www.nature.com/doifinder/10.1038/nature23449