fbpx
Lavori scientifici

Curve di crescita di linee cellulari di diversi tumori umani dopo trattamento in vitro con estratti di embrioni di Zebrafish.

Gli Embrioni di Xenopus Laevis condividono gli antigeni con gli embrioni di Zebrafish e con le neoplasie maligne umane.

Sono state trattate in vitro con estratto di embrioni di zebrafish cinque linee cellulari di tumori umani (glioblastoma, melanoma, adenocarcinoma del rene, del polmone e della leucemia linfoblastica).
Ogni linea ha dimostrato un calo dello sviluppo cellulare conseguente al trattamento con l’estratto di embrioni di Zebrafish.
Questo estratto è stato prelevato dagli embrioni durante le fasi della differenziazione cellulare. Se si preleva durante le fasi di mera crescita embrionale non si ottiene nessun calo.
Questi risultati suggeriscono come durante le fasi di differenziazione ci siano dei fattori che frenano la crescita delle cellule tumorali e che possono essere usati nella terapia.
D’altro canto è noto che le staminali possono essere differenziate in vario modo ed è così che producono i vari tipi di tessuti guidate da fattori presenti nell’ambiente embrionale.
Questi fattori di differenziazione cellulare possono normalizzare l’espressione dei geni ed è quindi pensabile che possano rappresentare una terapia genica.
E’ suggerito di aggiungere a tutte le terapie chirurgiche il trattamento con fattori di differenziazione delle cellule staminali che arrestano la maturazione verso la malignità delle cellule che possono dare origine al tumore.

 

Acquista la pubblicazione sul sito originale.

 

Le immagini pubblicate nel sito sono tratte da Google Image e Pexels.com selezionando esclusivamente quelle per cui è indicato esplicitamente l'assenza di diritti o la solo richiesta di Credit. Per cui riteniamo, in buona fede, che siano di pubblico dominio (nessun contrassegno del copyright) e quindi immediatamente utilizzabili. In caso contrario, sarà sufficiente contattarci all'indirizzo info@novalbit.com perché vengano immediatamente rimossi.