Migliorare la lotta contro il cancro al seno con l’olio di pesce

Migliorare la lotta contro il cancro al seno con l’olio di pesce
Tempo di lettura: 2 minuti

Le donne con cancro al seno dovrebbero avere una dieta quotidiana ricca di olio di pesce.

Acidi grassi Omega-3 contro il cancro al seno

Questo perché gli acidi grassi Omega-3, come quelli contenuti nell’olio di pesce, impediscono la diffusione e la crescita del cancro al seno.

Ecco ciò che è emerso dallo studio pubblicato sulla rivista Clinical & Experimental Metastasis effettuato dai ricercatori dell’Università del Nebraska.

Cellule T per migliorare la lotta contro il cancro

Gli autori dello studio pensano infatti che gli oli di pesce supportino il sistema immunitario e abbiano un effetto anti-infiammatorio.

In particolare, gli Omega-3 sembrano favorire la crescita delle cellule T, globuli bianchi che rafforzano il sistema immunitario e, in particolare, migliorano la lotta contro il cancro al seno.

Minor incidenza di tumori con dieta ricca di Omega-3

Dai test effettuati sui topi è emerso che, quelli alimentati con una dieta ricca di Omega-3 avevano un numero maggiore delle cellule T e una minore infiammazione rispetto al gruppo con una dieta ricca di omega-6, grassi polinsaturi che possono causare infiammazione nel corpo.

Non solo, i tumori hanno impiegato anche più tempo a svilupparsi nel gruppo Omega-3 (dopo 35 giorni erano più piccoli del 50% rispetto alle dimensioni di quelli nel gruppo Omega-6), e talvolta il cancro non è mai comparso suggerendo che gli oli hanno un effetto protettivo.

Gli effetti dei peptidi di pesci

Non solo gli oli, anche i peptidi di pesce sembrano essere dei validi alleati contro i tumori. Si stanno infatti studiando gli effetti sulla reversione del fenotipo tumorale. Per approfondire leggi qui » Studiare gli effetti dei fattori embrionali di pesce sulla reversione del fenotipo tumorale.

Fonti:
https://www.eurekalert.org/pub_releases/2018-10/s-dri101618.php