Gli scienziati sviluppano un test universale di 10 minuti per il cancro

Gli scienziati sviluppano un test universale di 10 minuti per il cancro
Tempo di lettura: 3 minuti

Gli scienziati hanno sviluppato un test universale del cancro in grado di rilevare le tracce della malattia nel flusso sanguigno di un paziente.

Il test economico e semplice utilizza un fluido che cambia colore per rivelare la presenza di cellule maligne in qualsiasi parte del corpo e fornisce risultati in meno di 10 minuti.

Mentre il test è ancora in fase di sviluppo, si basa su un approccio radicalmente nuovo alla rilevazione del cancro che potrebbe rendere lo screening di routine per la malattia una semplice procedura per i medici.

Un grande vantaggio di questa tecnica è che è molto economico ed estremamente semplice da fare, quindi potrebbe essere adottato in clinica abbastanza facilmente“, ha detto Laura Carrascosa, ricercatrice presso l’Università del Queensland.

Il test ha una sensibilità di circa il 90%, il che significa che potrebbe rilevare circa 90 casi su 100 di cancro. Servirebbe da controllo iniziale per il cancro, con medici che seguono risultati positivi con indagini più mirate.

La nostra tecnica potrebbe essere uno strumento di screening per informare i medici che un paziente potrebbe avere un cancro, per poi richiedere test successivi con altre tecniche per identificare il tipo e lo stadio del cancro“, ha detto Carrascosa.

DNA del cancro

Il test è stato reso possibile dalla scoperta del team del Queensland che il DNA del cancro e il DNA normale si attaccano alle superfici metalliche in modi marcatamente diversi. Ciò ha permesso loro di sviluppare un test che distingua tra cellule sane e cancerose, anche dalle minuscole tracce di DNA che trovano la loro strada nel flusso sanguigno.

Le cellule sane assicurano il corretto funzionamento modellando il loro DNA con molecole chiamate gruppi metilici. Funzionano come controlli del volume, silenziamento dei geni che non sono necessari e altri che lo sono. Nelle cellule tumorali, questo modello viene dirottato in modo che vengano attivati ​​solo i geni che aiutano la crescita del cancro. Mentre il DNA all’interno di cellule normali ha gruppi metilici disseminati dappertutto, il DNA all’interno delle cellule cancerose è in gran parte scoperto, con gruppi metilici che si trovano solo in poche posizioni specifiche.

Scrivendo sulla rivista Nature Communications, il team di Queensland ha descritto una serie di test che hanno confermato il modello rivelatore dei gruppi metilici nel cancro al seno, alla prostata e al colon-retto e nel linfoma. Hanno poi dimostrato che gli schemi hanno avuto un impatto drammatico sulla chimica del DNA, e il DNA del cancro e quello sano si comportano in modo molto diverso nell’acqua. “Questa è una scoperta enorme che nessuno ha mai afferrato prima“, ha detto Carrascosa.

Dopo una serie di esperimenti, gli scienziati hanno ideato il nuovo test per il cancro.

Il DNA sospetto viene aggiunto all’acqua contenente minuscole nanoparticelle d’oro. Sebbene siano fatti d’oro, le particelle rendono l’acqua rosa. Se viene aggiunto il DNA delle cellule tumorali, si attacca alle nanoparticelle in modo tale che l’acqua mantenga il suo colore originale. Ma se viene aggiunto DNA da cellule sane, il DNA si lega alle particelle in modo diverso e trasforma l’acqua in blu. “Il test è abbastanza sensibile da rilevare livelli molto bassi di DNA del cancro nel campione“, ha detto Carrascosa.

Guidati da Matt Trau, professore di chimica all’Università del Queensland, i ricercatori hanno condotto il test su 200 campioni di cancro umano e DNA sano. “Certamente non sappiamo ancora se è il Santo Graal per tutti i diagnostici del cancro, ma sembra davvero interessante come un marker universale incredibilmente semplice per il cancro, e come una tecnologia accessibile e poco costosa che non richiede complicate apparecchiature di laboratorio come il Sequenziamento del DNA “, ha detto Trau.

Gli scienziati stanno ora lavorando per sperimentazioni cliniche con pazienti che hanno una gamma più ampia di tipi di cancro rispetto a quelli finora testati. Per testare il cancro oggi, i medici devono raccogliere una biopsia tissutale dal sospetto tumore di un paziente. La procedura è invasiva e si basa sul fatto che il paziente noti un nodulo o che segnali sintomi che il suo medico riconosce come un potenziale segno di cancro. Un test meno invasivo che ha il potenziale di individuare il cancro prematuramente potrebbe trasformare il modo in cui i pazienti vengono sottoposti a screening per la malattia.

Il DNA nelle cellule tumorali può essere pieno di mutazioni che guidano la crescita di un tumore specifico, ma queste mutazioni tendono a differenziarsi a seconda del tipo di tumore. Un test oncologico universale non sarebbe abbastanza preciso per individuare la posizione o le dimensioni di un tumore, ma darebbe ai medici una risposta rapida alla domanda: questo paziente ha il cancro?

I test effettuati in laboratorio hanno dimostrato che gli scienziati potevano distinguere il DNA normale dal DNA del cancro cercando un cambiamento di colore nella soluzione delle particelle d’oro che era visibile ad occhio nudo in pochi minuti.

Questo test potrebbe essere fatto in combinazione con altri semplici test, e diventare un potente strumento diagnostico che non potrebbe solo dire che hai il cancro, ma anche il tipo e lo stadio“, ha detto Carrascosa.

Ged Brady, del Cancro Research UK Manchester Institute, ha dichiarato: “Questo approccio rappresenta un entusiasmante passo avanti nel rilevamento del DNA del tumore nei campioni di sangue e apre la possibilità di un test generalizzato del sangue per rilevare il cancro. Sono necessari ulteriori studi clinici per valutare il potenziale clinico completo del metodo.”

Fonte

https://www.theguardian.com/science/2018/dec/04/scientists-develop-10-minute-universal-cancer-test

117 Condivisioni