Verdure crucifere: un aiuto contro il cancro?

Verdure crucifere: un aiuto contro il cancro?
Tempo di lettura: 2 minuti

Nelle verdure crucifere (cavoli, cavolfiore, broccoli, broccoletti, verze, cavolini di Bruxelles) si trova il sulforafano, importante alleato contro le forme tumorali.

Ecco ciò che è emerso dalla ricerca effettuata dal Dottor Talalay che ha  evidenziato l’importanza cruciale del cibo che assumiamo anche per combattere le forme tumorali.

Lo studio è stato pubblicato nel Proceedings of the National Academy of Sciences e, da allora, ci sono state centinaia di relazioni pubblicate che dimostrano gli effetti curativi di fitochimici come il sulforafano.

La medicina convenzionale

La medicina convenzionale, negli ultimi 40 anni, ha fatto infatti importanti passi avanti per quanto si tratta di prevenire le malattie e il concetto di prendere misure proattive per ridurre il rischio di cancro (come l’esercizio e il mangiare “più sano”) e nelle verdure crucifere ha scientificamente provato un importante alleato.

Il sulforafano: le considerazioni

I germogli di broccolo di tre giorni contengono 20-50 volte la quantità di composti chemio-protettivi presenti nelle teste mature del broccolo e possono offrire un semplice mezzo dietetico per ridurre chimicamente il rischio di cancro“, ha riferito il dottor Paul Talalay, Direttore Fondatore del Lewis B. e Dorothy Cullman Chemoprotection Center presso la Johns Hopkins University School of Medicine. È uno dei migliori ricercatori biomedici del mondo e un pioniere nel campo delle fitochimica.

Lo studio

Lo studio di Talalay, completato nel 1991, è stato uno dei primi a concentrarsi sulla prevenzione del cancro attraverso la dieta. È stato il primo a isolare il sulforafano in verdure crucifere come prevenzione del cancro. Il sulforafano promuove gli enzimi di fase 2 nel corpo, il cui compito è quello di neutralizzare i processi di malattia.

Talalay e la sua squadra hanno nutrito con gli estratti di broccoli topi di genere femminile ( in salute e già con una forma tumorale in corso) per cinque giorni. In seguito hanno iniettato cellule tumorali in quelle sane. Le ratte che avevano ricevuto l’estratto hanno sviluppato meno tumori. Quelle che avevano già  tumori l’hanno sviluppato in forma più ridotta e hanno impiegato più tempo per crescere rispetto a quelli del gruppo di controllo.

L’importanza della prevenzione

La prevenzione per la salute e il benessere complessivo del tuo corpo cominciano quindi dalla tavola e l’aggiunta di alimenti ricchi di sulforafano nella dieta sono un importante alleato.

Per approfondire ecco un altro interessante studio sui benefici dei broccoli: “Dai broccoli un importante rimedio anti cancro”.

Fonti:

http://chemoprotectioncenter.org

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=Broccoli+sprouts%3A+An+exceptionally+rich+source+of+inducers+of+enzymes+that+protect+against%E2%80%89chemical%E2%80%89carcinogens

http://www.pnas.org/content/94/19/10367.full