Tumori e alimentazione: i benefici della dieta mima digiuno

Tumori e alimentazione: i benefici della dieta mima digiuno
Tempo di lettura: 2 minuti

La Dott.ssa Annalaura Cremonini, dell’Università di Genova, intervistata per noi dal dott. Mirko Bandera, ci ha raccontato come da oltre un anno l’università di Genova stia portando avanti uno studio scientifico sperimentale su pazienti con vari tipi di tumori, con prevalenza di cancro mammario, sottoposti a vari regimi di terapie oncologiche (chemioterapia, terapia ormonale, radioterapia) a cui viene proposta la somministrazione, una volta al mese, di una dieta mima digiuno. 

La dieta mima digiuno viene seguita per un periodo di 3-4-5 giorni, a seconda del soggetto, associato al trattamento oncologico.

I benefici della mima digiuno per il paziente oncologico

Questo tipo di regime alimentare  ha principalmente due obiettivi:

1- stimolare le risposte di adattamento allo stress tipico delle cellule sane e favorire la sopravvivenza delle cellule sane durante il trattamento 

2- promuovere l’eliminazione delle cellule malate attraverso l’aumento del processo di apoptosi (morte delle cellule).

Cos’è la dieta mima digiuno

Il Dr. Longo, direttore del Longevity Institute della University of Southern California ha dimostrato, con uno studio pubblicato su Cell Metabolism (https://www.cell.com/cell-metabolism/fulltext/S1550-4131(15)00224-7), che chi consuma oltre il 20% delle sue calorie sotto forma di proteine ha il 75% di rischio di mortalità in più. Questo è dovuto al semplice fatto che le proteine sono il principale mediatore dell’ormone della crescita GH: più proteine si consumano, più il corpo produce l’ormone della crescita. L’ormone della crescita è il predecessore dei fattori di crescita che condizionano la divisione cellulare collegata a tumori, diabete e processi d’invecchiamento.

Quali effetti ha sul nostro corpo?

Il digiuno permette al nostro corpo di rigenerarsi perchè si attiva la produzione interna di cellule staminali  facilitando il rinnovo del nostro sistema immunitario .

Cosa mangiare

Una dieta 100% vegetale,senza prodotti di origine animale: 

  • verdure condite con un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva 
  • poca frutta secca (20 grammi o meno di noci) o qualche oliva. 
  • eliminare le patate, per l’alto contenuto di amidi e l’alto indice glicemico, e tutti i legumi, per l’alto contenuto di proteine. 

Lo schema calorico della Dieta mima digiuno

Lo schema calorico, per 5 giorni,  prevede:

  • 1^ giorno: 1000 kilocalorie, divise tra 34% di carboidrati, 56% di grassi e 10% di proteine. 
  • Nei 4 giorni successivi si scende a 750 kilocalorie, divise tra 47% di carboidrati, 44% di grassi e 9% di proteine. 

Il protocollo della dieta mima digiuno è stato concepito per essere eseguito sotto stretto controllo medico. Di conseguenza, si sconsiglia di eseguirlo in forma autonoma.
Per vedere l’intervista alla dott.ssa Cremonini clicca quì:https://www.youtube.com/watch?v=dwr7JRGagrc

115 Condivisioni