Pillola anticoncezionale e cancro al seno, potrebbe esserci un legame

Pillola anticoncezionale e cancro al seno, potrebbe esserci un legame
Tempo di lettura: 2 minuti

Secondo una recente ricerca è stato dimostrato che l’assunzione di contraccettivi ormonali aumenta il rischio relativo di sviluppare il cancro al seno, anche se di poco.

Il contraccettivo ormonale aumenta il rischio di cancro al seno, lo studio

Lo studio è stato condotto da ricercatori dell’Università di Copenaghen su dati raccolti da quasi 1,8 milioni di donne danesi di età compresa tra 15 e 50 anni, monitorate poco meno di 11 anni.

Sono stati incrociati i dati relativi all’eventuale utilizzo della pillola con diagnosi di tumore al seno e altri potenziali fattori di rischio.

È emerso che, per le donne che avevano assunto una qualche forma di contraccettivo ormonale – sia per via orale, tramite la pillola, spirale, cerotto o anello vaginale – il rischio di contrarre il cancro al seno era comparativamente aumentato.

Il rischio di cancro al seno dipende dal tempo di assunzione del contraccettivo? 

Secondo lo studio questo rischio dipende dalla quantità di tempo in cui hanno assunto il contraccettivo, e quindi:

  • Se era stato preso per meno di un anno, l’aumento era di circa il 9%.
  • Per più di 10 anni, era del 38%.I ricercatori hanno inoltre notato che, coloro che hanno assunto un contraccettivo ormonale per più di 5 anni, un piccolo ma significativo rischio è rimasto dopo aver interrotto il suo uso.

È importante non allarmarsi

Cosa significa tutto questo? Un aumento del rischio del 38% può sembrare terrificante, ma è importante tenere presente che il rischio complessivo di cancro al seno tra le donne, sebbene elevato rispetto alla maggior parte dei tumori, è ancora relativamente raro nelle donne più giovani.

In un editoriale sullo studio, David Hunter del Dipartimento di Popolazione di Nuffield ha spiegato i risultati affermando che, tra le donne di età inferiore ai 35 anni, l’assunzione di un contraccettivo ormonale per meno di un anno ha aggiunto solo un nuovo caso di cancro al seno per ogni 50.000.

Inoltre ci sono anche altri fattori di rischio da considerare, tra cui l’età e la storia familiare. Lo studio ha fatto del suo meglio per tenere in considerazione aspetti come la gravidanza e i rischi ereditari, ma non ha incluso fattori come l’attività fisica.

I benefici dei contraccettivi orali 

Hunter aggiunge infine che i contraccettivi orali diminuiscono le possibilità di sviluppare altre malattie più avanti nella vita.

“L’uso di contraccettivi orali è associato a sostanziali riduzioni dei rischi di cancro dell’ovaio, dell’endometrio e del colon retto più avanti nella vita“, afferma Hunter.

Inoltre i benefici restano in vigore per decenni dopo aver smesso di prendere la contraccezione, a differenza dei rischi che si allontanano molto più rapidamente.

Nel futuro

Studi come questo dovrebbero ispirare nuove ricerche per sviluppare una contraccezione libera da rischi e senza effetti collaterali, o ancora sperimentare con lo scopo di ottenere sul mercato più opzioni contraccettive maschili.

Se sei preoccupata consulta il tuo medico di fiducia.

Fonte:
http://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMoa1700732