Le persone alte hanno un rischio maggiore di sviluppare il cancro

Le persone alte hanno un rischio maggiore di sviluppare il cancro
Tempo di lettura: 3 minuti

Chi è più alto ha un rischio maggiore di avere il cancro perché ha più cellule nel corpo in cui possono verificarsi pericolose mutazioni.

Ecco quello che ha suggerito una nuova ricerca, pubblicata negli Atti della Royal Society B.

Statura elevata e rischio di cancro: gli studi

Studi precedenti hanno già stato trovato un legame tra la statura elevata e un maggiore rischio di sviluppare qualche forma di cancro.

Una ricerca suggerisce infatti che per ogni 10 cm di altezza al di sopra del range tipico per l’uomo, il rischio aumenta di circa il 10%. Un legame simile è stato riscontrato anche nei cani, in quanto le razze più grandi hanno un rischio maggiore di sviluppare tali malattie.

Perché le persone alte hanno un rischio maggiore?

Le ipotesi del passato

Gli scienziati hanno avanzato una serie di spiegazioni diverse per rispondere al quesito, incluso il fatto che alcuni ormoni della crescita potrebbero avere un ruolo sia sull’altezza sia sul cancro, o che fattori ambientali come l’alimentazione o le malattie dell’infanzia potrebbero influire sul risultato dello studio.

“Una delle principali ipotesi era che nella prima parte della vita accadeva qualcosa che rendeva le cellule più suscettibili al cancro e, inoltre, faceva crescere in altezza”, ha detto

Leonard Nunney, professore di biologia all’University of California Riverside.

Il nuovo studio

Tuttavia ora Nunney dichiara che, analizzando più in profondità i numeri, sembra che il legame tra statura e tumori sia più semplicemente una questione di dimensioni: le persone alte hanno infatti più cellule in cui possono verificarsi pericolose mutazioni.

Nunney spiega che il suo lavoro si basa sul modello fondamentale di come si sviluppa il cancro: se, nel corso della vita, sorge un particolare insieme di mutazioni nelle cellule, il cancro si sviluppa. La teoria suggerisce dunque che avere più cellule, o più divisioni cellulari, può aumentare il rischio di cancro.

I risultati dello studio

Nunney ha confrontato il rischio generale di uomini e donne che sviluppano un cancro di qualsiasi tipo con la statura.

I risultati rivelano che le sue previsioni sono in sintonia con le osservazioni della vita reale, in quanto è aumentato il rischio del 12% per le donne per ogni 10 cm di altezza in più e del 9% negli uomini.

Complessivamente è stato osservato, per le persone più alte, un aumento del rischio su 18 delle 23 forme di cancro prese in considerazione.

La ricerca ha anche suggerito che l’ormone della crescita chiamato IGF-1 ha un effetto sull’innesco del cancro in quanto accelera la velocità delle divisione cellulare.

Maggiori probabilità di sviluppare il cancro: le considerazioni

Il Prof. Dorothy Bennett, direttore del Molecular e Scienze Clinical Research Institute di San Giorgio, Università di Londra, ha accolto favorevolmente la ricerca e dichiara che è possibile che il livello di IGF-1 negli adulti abbia un effetto diretto sul rischio di cancro attraverso un aumento del tasso di divisione cellulare. Aggiunge inoltre che questa associazione può essere responsabile dei bassi tassi di cancro osservati in individui con deficit del recettore dell’ormone della crescita.

Le conclusioni

Georgina Hill, del Cancer Research UK, conclude tuttavia che le persone non dovrebbero preoccuparsi della loro statura. “Un numero di studi nel corso degli anni ha dimostrato che le persone più alte sembrano avere un rischio leggermente più elevato di cancro”, ha detto. E aggiunge: “Tuttavia il rischio è maggiore di poco e, per ridurlo, è importante seguire un corretto stile di vita, come non fumare e mantenere un peso sano”.

Fonte:
The Guardian
Credit photo: Graham Turner for the Guardian
37 Condivisioni