Tumori: Aspirina e chemioterapia, un’alleanza vincente?

0
708
Tumori: Aspirina e chemioterapia, un’alleanza vincente?

Assumere Aspirina insieme a specifici farmaci chemioterapici potrebbe migliorare l’efficacia degli stessi trattamenti anticancro.

Questo almeno è quanto sembrano suggerire recenti studi condotti dall’Università del Queensland, in Australia.

Il tumore con mutazione al gene RAS

Nello specifico i ricercatori, coordinati dal prof. Helmut Schaider, hanno studiato un tipo di cancro molto difficile da sconfiggere: il tumore con mutazione al gene RAS.

Questo tipo di tumore si presenta generalmente al pancreas, al colon, al polmone ed in alcuni tipi di melanoma ed è un tumore purtroppo caratterizzato da una bassa aspettativa di vita.

La ricerca del prof. Schaider era finalizzata ad investigare l’attività sinergica dell’Aspirina associata a Sorafenib, il farmaco usato in questo tipo di tumori.

I risultati

Gli studi sono stati pubblicati su Clinical Cancer Research ed evidenziano come “l’aggiunta dell’Aspirina al Sorafenib ne aumenta in maniera importante l’efficacia in modelli su topo di tumore al polmone e melanoma con mutazione RAS” spiega lo stesso Schaider.

Nel futuro

Si tratta al momento di studi su topi ma lo stesso Schaider spiega che è probabile che presto si possa passare agli studi su uomo.

Se i risultati venissero confermati ciò vorrebbe dire che i pazienti potrebbero non solo beneficiare di una terapia più efficace ma anche ridurre le dosi di Sorafenib, riducendo così gli effetti collaterali.

Synchro Levels: una sinergia che sembra vincente ed è già disponibile

In attesa dei risultati di questo studio ci sono già buone notizie da altre ricerche, sempre su Sorafenib. In uno studio clinico condotto su malati di tumore al fegato la sinergia del farmaco chemioterapico con l’integratore Synchro Levels ha portato a risultati inattesi, nello studio si cita il caso di una regressione totale di tumore al fegato in stadio avanzato.

L’abbinamento vincente dell’integratore Synchro Levels  con Sorafenib è un’ulteriore conferma di come la sinergia d’azione possa essere una strategia di cura vincente.

Segnaliamo inoltre che un nuovo studio clinico su Synchro Levels è stato avviato dall’Humanitas di Milano a inizio 2018. Per chi volesse più informazioni legga qui » Tumori: un integratore già in commercio in Italia viene approvato per uno studio clinico all’IRCCS Humanitas.

Fonti:

Acetylsalicylic Acid Governs the Effect of Sorafenib in RAS- Mutant Cancers

Complete regression following sorafenib in unresectable, locally advanced hepatocellular carcinoma