La medicina di precisione per rivoluzionare il modo di trattare la malattia

0
288
La medicina di precisione per rivoluzionare il modo di trattare la malattia

Fino ad oggi, la maggior parte dei trattamenti medici sono stati sviluppati per il “paziente medio”, questo significa che possono avere molto successo per alcuni pazienti ma non per altri.

L’ex presidente americano  Barack Obama, con la sua “The Precision Medicine Initiative”nel 2015, ha supportato la cosiddetta medicina di precisione: un approccio innovativo che tiene conto delle differenze individuali dei geni delle persone, degli ambienti e degli stili di vita, dando ai medici le risorse necessarie per orientare i trattamenti specifici delle malattie e sviluppando ulteriormente la ricerca scientifica e medica.

I progressi della medicina di precisione

I progressi nella medicina di precisione hanno già portato a nuove scoperte e a diversi nuovi trattamenti ad hoc: questo contribuisce a trasformare il modo in cui possiamo curare anche malattie come il cancro. I pazienti con tumori al seno, al polmone e al colon-retto, nonché dei melanomi e delle leucemie, vengono ad esempio sottoposti a test molecolari come parte della cura del paziente, consentendo ai medici di scegliere trattamenti mirati per migliorare le possibilità di sopravvivenza e ridurre l’esposizione agli effetti collaterali.

Il sondaggio rivolto agli oncologi

In realtà, secondo un sondaggio di Medscape su 132 oncologi, il 36% di essi ha ritenuto che i test genomici non siano molto utili. Nel frattempo, il 61% di coloro che hanno risposto ha dichiarato che meno di un quarto dei loro pazienti avrebbe beneficiato dei test.

Le considerazioni

Il dottor Jack West, un corrispondente di Oncology Medscape e direttore medico del programma di oncologia toracica presso il Swedish Cancer Institute di Seattle, , ha scritto che l’indagine non ha fornito molti dati su come questi trattamenti personalizzati, basati sulle analisi genetiche, possano in modo standard affrontare una particolare diagnosi di cancro. Secondo la stima di West, ci sono più di una dozzina di aziende che fanno questi test multi-genetici che sono destinati a guidare il trattamento del cancro, ma tra di loro non ci sono standard per i medici per affermare la validità di un test rispetto ad un altro. West ha denominato questa situazione  “Wild Wild West”.

Nel futuro

Uno dei modi in cui questi test possono avere una validità scientifica è che siano in grado di dare ad una persona un risultato certo e che possano delineare con precisione una cura adatta. Gli oncologi sono però ottimisti su come la genomica giocherà un ruolo nel prossimo futuro. Secondo l’indagine, l’89% degli intervistati ha dichiarato che i test genetici saranno utili nei prossimi dieci anni.

Quindi, mentre la tecnologia non è stata utile per molti nel 2017, entro il 2027 potrebbe cambiare completamente.

Il futuro della medicina di precisione consentirà quindi agli operatori di assistenza sanitaria di adattare le strategie di trattamento e di prevenzione alle caratteristiche uniche delle persone, tra cui la sequenza dei genomi, la composizione dei microbiomi, la storia della salute, lo stile di vita e la dieta. Il successo richiederà che i dati sanitari siano a disposizione e condivisi tra tutti: operatori sanitari, ricercatori e, soprattutto, pazienti.

Fonte:

https://obamawhitehouse.archives.gov/node/333101