Cancro al seno triplo negativo: trovato un gene chiave della malattia

0
783
Cancro al seno triplo negativo: trovato un gene chiave della malattia

I ricercatori hanno identificato un gene specifico coinvolto nel processo della duplicazione delle cellule staminali tumorali (CSC) del carcinoma mammario triplo negativo.

Secondo un nuovo studio, pubblicato su Cell Death & Disease il blocco dell’azione di un gene migliora la risposta del tumore alla chemioterapia. I risultati illustrano un potenziale nuovo modo di trattare il carcinoma mammario triplo negativo, ad oggi incurabile.

Il carcinoma mammario triplo negativo è il sottotipo più aggressivo della malattia e le persone che lo hanno spesso hanno metastasi nonostante ricevano forme standard di chemioterapia.
Le chemioterapie attuali per il trattamento del carcinoma mammario triplo negativo uccidono il cancro ma risparmiano gran parte delle popolazioni di CSC, che innescano la recidiva.
A differenza di altre forme di carcinoma mammario, le terapie ormonali o con anticorpi non sono efficaci.

La scoperta del gene USP2

Abbiamo identificato un percorso molecolare di base che controlla l’attività delle CSC e un gene chiave in quel processo chiamato USP2“, afferma Lori Chan, assistente professore nel dipartimento di scienze farmacologiche della Renaissance School of Medicine della Stony Brook University.
“USP2 è un gene essenziale che regola le CSC nel carcinoma mammario triplo negativo. Abbiamo utilizzato un approccio genetico per bloccare l’azione di USP2, e abbiamo scoperto che questo processo elimina la popolazione CSC e re-sensibilizza la risposta del tumore alla chemioterapia.
Pertanto, il blocco di questo gene riduce o addirittura elimina la resistenza alla chemioterapia.

Fonti:
https://news.stonybrook.edu/newsroom/press-release/general/new-hope-to-treat-dangerous-triple-negative-breast-cancer/
https://www.nature.com/articles/s41419-019-1512-6