Abuso di antibiotici e cancro intestinale: esiste una relazione?

0
341
Abuso di antibiotici e cancro intestinale: esiste una relazione?

Il cancro dell’intestino inizia nel colon o nel retto. Conosciuto anche come tumore del colon-retto, la malattia è attualmente il terzo più comune tipo di cancro negli Stati Uniti e statistiche recenti mostrano che purtroppo i casi sono in aumento.

La maggior parte dei tumori del colon-retto deriva dalla trasformazione in senso maligno di polipi, piccole escrescenze dovute al proliferare della cellule della mucosa intestinale.

Gli antibiotici indeboliscono i batteri “buoni” dell’intestino

Gli antibiotici alterano radicalmente il microbioma intestinale perché frenano la diversità e il numero di batteri “buoni” che vivono nell’intestino. Questo potrebbe avere un ruolo cruciale nello sviluppo del cancro intestinale, aggiunto al fatto che gli antibiotici possono indurre infiammazione, che innalza il rischio di cancro al colon retto.

Ricerca

Per valutare questo, gli esperti sanitari hanno analizzato i dati di 16.600 infermiere che fanno parte di uno studio americano chiamato Nurses’Health Study, che raccoglie informazioni sulla salute di decine di migliaia di infermiere che lavorano negli Stati Uniti.

Risultato

I dati, pubblicati sulla rivista scientifica Gut, hanno dimostrato che nelle donne tra i 20 ed i 39 anni, che avevano assunto antibiotici per almeno due mesi, la probabilità di ricevere diagnosi di adenoma, un tipo particolare di polipo intestinale, è stata superiore al 36% rispetto a quelli che non avevano preso il farmaco.

Lo studio ha anche mostrato che il rischio di diagnosi di adenoma è aumentato fino al 69% per le donne tra i 40 e i 50 anni che hanno preso l’antibiotico per almeno due mesi.

I risultati, se confermati da altri studi, suggeriscono la potenziale necessità di limitare l’uso di antibiotici e fonti di infiammazione che possono causare la formazione di tumori.

Studi simili

L’assunzione di antibiotici ripetuta a lungo termine è da tempo citata come un contributo primario alle maggiori probabilità del cancro del colon-retto in un vasto numero di studi.

Uno studio del 2016 pubblicato sulla rivista Digestive Diseases and Sciences ha rivelato un aumento del rischio di sviluppare il cancro del colon-retto per chi assumesse antibiotici. Lo confermano i dati su un campione di oltre 20.000 partecipanti che mostrano che i pazienti ai quali sono stati prescritti antibiotici hanno maggiori probabilità di sviluppare il cancro del colon-retto rispetto a quelli che non hanno avuto tale prescrizione. Lo studio ha anche rivelato che il rischio di cancro è aumentato ulteriormente con ogni cinque prescrizioni di antibiotici.

Un altro studio ha rivelato che l’uso di antibiotici è stato associato anche con maggiore probabilità di sviluppare altri tipi di cancro. Gli esperti sanitari hanno raccolto dati dal Registro delle prescrizioni di droga tra il 1998 e il 2004 e hanno scoperto che l’uso di antibiotici può aumentare le probabilità dei tumori del colon, del seno, del polmone e della prostata.

I dati provenienti da uno studio del 2014 hanno anche rivelato che l’assunzione di una penicillina antibiotica ha aumentato il rischio di tumore del colon-retto del 6% nei pazienti che hanno usato il farmaco più di un anno prima della diagnosi. I ricercatori hanno anche scoperto che il rischio di insorgenza del tumore è rimasto significativo nelle persone che hanno preso la droga più di 10 anni prima della loro diagnosi. Lo studio ha anche rivelato che il rischio di cancro più alto coincida con ogni incremento dell’uso di penicillina.

Fonti:

http://www.bbc.com/news/health-39495192 

http://www.colorectal-cancer.ca/blog/?p=4157&lang=en

https://link.springer.com/article/10.1007/s10620-015-3828-0

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18704945