Metastasi ossea, cos’è e come si cura

0
2466
Metastasi ossea, cos’è e come si cura

Cos’è una metastasi ossea e come si origina?

Quando un tumore si origina all’interno del tessuto osseo si parla di un “tumore primario alle ossa”. Per “metastasi ossea” s’intende la proliferazione di cellule tumorali all’interno del tessuto osseo che arrivano da un tumore che si è sviluppato in un’altra parte del corpo.

In generale, per “metastasi” s’intende un tumore che, attraverso i vasi sanguigni e linfatici, si diffonde e sviluppa in parti del corpo diverse da dove si è originato. Ogni tumore prende il nome dal sito dove si è sviluppato originariamente. Successivamente le cellule maligne possono migrare in nuove parti del corpo in modi diversi:

1) Le cellule tumorali si separano dal sito di origine del tumore e diffondono nel flusso sanguigno o nel sistema linfatico, arrivando così ad altre parti del corpo;

2) Le cellule tumorali si legano alla parete di una vaso sanguigno o linfatico e penetrano dentro un nuovo organo;

3) Le cellule tumorali crescono e si sviluppano in un nuovo sito;

4) Le cellule tumorali resistono agli attacchi da parte del sistema immunitario.

Aree normalmente colpite dalla metastasi ossea

Le aree più spesso colpite sono il midollo osseo, l’osso pelvico, il femore, l’omero, le costole e le ossa del cranio. Esistono terapie che permettono di ridurlo e fermarne lo sviluppo.

Quali sono gli effetti delle metastasi ossee?

Le ossa rappresentano il sostegno del corpo e costituiscono una rete di tessuto fibroso chiamato matrice, la quale è ricca in minerali (per esempio calcio). Il tessuto osseo è costituite da due tipi di cellule: gli osteoblasti e gli osteoclasti. Dagli osteoblasti si originano nuove ossa, mentre gli osteoclasti distruggono le vecchie ossa. Quando gli osteoblasti e gli osteoclasti funzionano correttamente, c’è un equilibrio tra la generazione di nuove ossa e la distruzione delle vecchie. Al contrario, quando c’è una metastasi ossea viene alterato il corretto funzionamento che possono portare a due casi:

  1. L’alterazione che promuove lo sviluppo di osteoclasti porta ad una fragilità ossea e alla formazione delle cosiddette “lesioni litiche”.
  2. L’alterazione invece che promuove eccessivo sviluppo di osteoblasti determina un’eccessiva produzione di nuovo tessuto osseo rispetto alla sostituzione del vecchio.

Quando le metastasi ossee sono estese al midollo osseo, possono provocare un danno ai nervi implicando una paralisi. Le metastasi ossee possono rilasciare calcio nel sangue producendo ipercalcemia.

Come si cura una metastasi ossea?

Ci sono varie terapie per il cancro in fase metastatica che hanno i seguenti obiettivi:

  1. Riduzione della massa tumorale;
  2. Rallentamento della crescita tumorale;
  3. Terapie antidolore per dare sollievo al paziente;
  4. Allungamento della vita.

Se una volta il tumore metastatico era visto come la fine di ogni speranza, oggi con i progressi della medicina e le nuove terapie si aprono nuove strade nel debellare questa malattia.

Fonte:
“Understanding Advanced Cancer, Metastatic Cancer, and Bone Metastasis”, https://www.cancer.org/treatment/understanding-your-diagnosis/advanced-cancer/what-is.html

Guglielmo Militello
Guglielmo Militello
Dottore in filosofia e biologia
Ricercatore pre-dottorale e professore assistente in filosofia della biologia presso l’Università del Paese Basco (Spagna).