Tumore polmonare e tosse: qual è la connessione

0
1166
Tumore polmonare e tosse: qual è la connessione

Ognuno di noi ha sperimentato una tosse fastidiosa nella sua vita. Vediamo quando potrebbe essere connessa al cancro ai polmoni e quando è necessario chiedere consulto al proprio medico.

Il ruolo della tosse

La tosse serve in realtà a uno scopo molto prezioso e utile. Ha infatti un’azione protettiva, aiuta i polmoni a eliminare potenziali germi o oggetti nocivi.

A volte, tuttavia, la tosse non è legata a un raffreddore o un’infezione e può persistere per settimane o mesi alla volta. Ciò potrebbe indurre le persone a chiedersi o preoccuparsi che la tosse sia un segno di qualcosa di più grave, come il cancro ai polmoni.

Vediamo quindi la connessione tra tosse e cancro ai polmoni e quando è necessario chiedere il parere di un medico.

Tosse e cancro ai polmoni

Non tutti i tipi di tosse significano che ci sia la presenza di cancro ai polmoni. Tuttavia molte persone si lamentano di una tosse cronica o di una “tosse che non andrà via” al momento della diagnosi.

Se una tosse è associata ad altri sintomi, come quelli nella lista qui sotto, si consiglia il consulto di un medico per fare un controllo:

  • sangue mentre si tossisce o catarro color ruggine
  • mancanza di respiro
  • dolore al petto.

Una tosse associata al cancro del polmone può essere secca o umida. Può verificarsi in qualsiasi momento ed essere persino così grave da interferire con il sonno notturno.

Sintomi del cancro polmonare

Ci sono molti sintomi, oltre alla tosse persistente, associati al cancro del polmone. Alcuni di questi sintomi includono:

  • dolore al petto
  • tosse con sangue
  • mancanza di respiro
  • respiro affannoso o raucedine della voce
  • problemi di deglutizione
  • perdita di appetito
  • perdere peso
  • stanchezza e stanchezza
  • infezioni polmonari frequenti, come polmonite o bronchite.

Le cause della tosse

Ci sono molte ragioni per cui qualcuno potrebbe tossire. Se a breve termine può essere causata da:

  • un’infezione, come un raffreddore, una polmonite o una bronchite
  • un’allergia, come la febbre da fieno
  • polvere inalata, fumo o detriti
  • una condizione respiratoria a lungo termine, come l’asma.

A volte una tosse a breve termine può evolversi in una cronica o persistente. Quando ciò accade, può essere causato da uno dei seguenti fattori:

  • Infezione respiratoria a lungo termine, come bronchite cronica o polmonite.
  • Asma, che provoca mancanza di respiro, irrigidimento del torace e respiro sibilante.
  • Allergie, come la febbre da fieno.
  • Fumo. La tosse cronica in un fumatore è anche nota come “tosse da fumatore” ed è il risultato di fumo e altri detriti che irritano le vie respiratorie.
  • Bronchiectasia, che è un allargamento delle vie aeree nei polmoni.
  • Gocciolamento postnasale, che è il muco che gocciola in gola e innesca un colpo di tosse. Questo di solito è associato a un raffreddore o allergia.
  • Malattia da reflusso gastroesofageo (GERD), in cui l’acido dello stomaco ritorna nella conduttura alimentare. La gola viene irritata dall’acido e scatena una tosse.
  • Farmaci che vengono usati per trattare l’ipertensione e le malattie cardiache.

Quando vedere un dottore

La maggior parte della tosse si risolve in pochi giorni o alcune settimane.

È importante consultare il medico, come detto precedentemente, se è persistente o si verifica insieme ad altri sintomi, come tosse con sangue o dolore al petto.

Consultare prontamente un medico può aiutare a determinare la causa di una tosse e assicurarsi che non accada nulla di più serio.

Diagnosi

In primo luogo, il medico svolgerà un’accurata storia medica ed eseguirà un esame fisico. Oltre a chiedere informazioni sulla storia familiare e personale, il medico chiederà informazioni sulla storia della tosse, mancanza di respiro e altri sintomi.

Durante l’esame fisico, il medico ascolterà il cuore e i polmoni e cercherà altre potenziali cause di tosse, come i segni di un’infezione o la flebo postnasale.

A seconda dei risultati della storia e fisici, il medico può ordinare ulteriori test.

Probabilità di sopravvivenza al tumore ai polmoni,  l’importanza della prevenzione

La diagnosi precoce e il trattamento sono molto importanti per aumentare le probabilità di sopravvivenza del cancro al polmone.

Il modo migliore per prevenire il cancro ai polmoni è quello di avere uno stile di vita salutare ed evitare il fumo di sigaretta quando possibile. Oltre a non fumare o smettere di fumare, è essenziale evitare il fumo passivo.

Inoltre chi ha un alto rischio di sviluppare il cancro del polmone sulla base della storia familiare o della storia del fumo, dovrebbe discutere i sintomi insoliti con il proprio medico il prima possibile.

Fonti:

Diagnosing lung cancer

Lung cancer – symptoms.  

Signs and symptoms of lung cancer.  

That nagging cough.