Diabete e alto indice di massa corporea aumentano i tumori

0
427
Diabete e alto indice di massa corporea aumentano i tumori

Secondo il primo studio per quantificare la percentuale di tumori attribuibili al diabete e all’alto IMC pubblicato su The Lancet Diabetes & Endocrinology journal, il diabete e l’alto BMI (un IMC superiore a 25 kg / m2) sono stati, nel 2012, la causa del 5,6% dei nuovi casi di cancro in tutto il mondo – pari a 792600 casi.

Se considerati singolarmente, 544300 casi di casi erano attribuibili ad un alto IMC (pari al 3,9% di tutti i tumori) e 280100 erano attribuibili al diabete (2%).

Fattori di rischio del cancro

Le stime suggeriscono che, a livello globale, 422 milioni di adulti hanno il diabete e 2,01 miliardi di adulti sono in sovrappeso o obesi. Sia l’alto indice di massa corporea che il diabete sono fattori di rischio per vari tipi di cancro, potenzialmente dovuti a cambiamenti biologici che causano, un livello elevato di insulina, alti livelli di zucchero e infiammazione cronica.

I tumori continuano ad aumentare

Con questi due fattori di rischio, sempre più diffusi, la proporzione di tumori attribuibili è destinata a crescere ulteriormente.

Con l’aumento della prevalenza di questi fattori di rischio, gli sforzi clinici e di salute pubblica dovrebbero concentrarsi sull’individuazione di misure preventive e di screening per le popolazioni e per i singoli pazienti. È importante implementare politiche alimentari efficaci per affrontare la crescente prevalenza di diabete, elevato IMC e le malattie legate a questi fattori di rischio ” dice l’autore principale Dr Jonathan Pearson-Stuttard, Imperial College London, UK.

Lo studio

Lo studio ha valutato l’aumento di nuovi casi di tumori in 175 paesi tra il 1980 e il 2002.

Per condurlo, gli autori hanno combinato i dati raccolti sull’incidenza di 12 tipi di cancro con i dati sull’IMC elevato e sul diabete.

Risultati

La maggior parte dei casi di cancro attribuibili al diabete e all’alto IMC si è verificata nei paesi occidentali ad alto reddito (38,2%,) e la seconda percentuale maggiore si è verificata nei paesi dell’Asia orientale e sudorientale (24,1%, i) mentre la Tanzania, il Mozambico ed il Madagascar hanno la percentuale più bassa di casi.

Globalmente, il cancro al fegato e il tumore dell’endometrio hanno contribuito al maggior numero di casi di cancro causati da diabete e alto IMC (24,5% e 38,4%  rispettivamente).

Il numero crescente di persone con diabete tra il 1980 e il 2002 ha portato a 77000 nuovi casi di cancro (aumento del 26,1%). Incrementi simili nel numero di persone con IMC elevato hanno portato a 174040 nuovi casi di tumori legati al peso (un aumento del 31,9%) nello stesso periodo.

I paesi a basso e medio reddito in tutta l’Asia e nell’Africa sub-sahariana hanno registrato i maggiori aumenti di tumori dovuti a diabete, sovrappeso e obesità, poiché i livelli di diabete e di IMC elevato in queste regioni sono aumentati notevolmente tra il 1980 e il 2002. Ad esempio, il numero di tumori correlati al diabete è cresciuto dell’88% nel 2012 per gli uomini nell’Asia meridionale, passando da 3500 casi nel 1990 a 6600 casi nel 2012. Analogamente, i casi di cancro attribuibili all’elevato IMC nelle donne dell’Africa subsahariana sono aumentati dell‘80% –  da 5400 casi nel 1990 a 9700 casi nel 2012.

Nel futuro

Si prevede che la proporzione di tumori correlati al diabete e ad un alto indice di massa corporea aumenterà ulteriormente a livello globale con l’aumento della prevalenza dei due fattori di rischio e per il 2025 i ricercatori stimano che la percentuale di tumori correlati crescerà mediamente di oltre il 30% nelle donne e del 20% negli uomini.

Le considerazioni

Il Dott. Pearson-Stuttard aggiunge: “Gli aumenti nel diabete e l’alto IMC in tutto il mondo potrebbero portare ad un aumento sostanziale della proporzione di tumori attribuibili a questi fattori di rischio, se non si fa nulla per ridurli. Queste proiezioni sono particolarmente allarmanti se si considera l’alto e crescente costo del cancro e delle malattie metaboliche e sottolinea la necessità di migliorare il controllo e aumentare la consapevolezza del legame che c’è tra cancro, diabete e alto indice di massa corporea“.

Vi sono prove crescenti che suggeriscono che il diabete sia anche correlato al mieloma, al cancro alla vescica, ai reni e all’esofago, il che significa che lo studio potrebbe sottostimare il peso dei tumori dovuti al diabete.

L’importanza della prevenzione già durante l’infanzia

Il dott. Graham Colditz , Washington University School of Medicine, USA, afferma: “Come previsto in questo studio, l’incidenza globale del cancro  causato da un alto indice di massa corporea e diabete continuerà ad aumentare a meno che la prevalenza di queste condizioni non diminuisca. Sia l‘obesità che il diabete sono cause prevenibili di cancro per le quali è possibile un intervento a più livelli – in individui, comunità, sistemi di assistenza sanitaria e politiche. Sono necessarie azioni più tempestive per aiutare le persone a mantenere un peso corporeo sano per tutto il corso della vita, iniziando in tenera età. “

Fonte:

http://www.thelancet.com/journals/landia/article/PIIS2213-8587(17)30366-2/fulltext